Tagliavini supera brillantemente l’esame Coverciano

Congratulazioni a mister Cristiano Tagliavini che ha brillantemente superato il corso per “Allenatore di calcio a cinque di primo livello”, il massimo grado di formazione per tecnici del futsal, la cui abilitazione consente di poter guidare tutte le squadre, comprese quelle partecipanti ai campionati di serie A e serie A2.

 

L’allenatore reggiano ha discusso la sua tesi dal titolo “Dal non possesso al possesso: analisi e sviluppo ottimale del cambio fase” a Coverciano, sede del Settore Tecnico nazionale che è comunemente definito Università del Calcio, ricevendo una votazione di 27/30.

 

Il nome di Tagliavini si aggiunge così alla ristretta cerchia di allenatori reggiani capaci di ottenere il prestigioso riconoscimento. Per lui classe 1977 che ha iniziato con il calcio a 5 nel 2000 ed è riuscito a portare la formazione juniores del Kaos Reggio Emilia la scorsa stagione fino alle finali scudetto la soddisfazione è tanta.

 

Congratulazioni mister Tagliavini, cosa significa per lei questo titolo che ha voluto conseguire?

“Il corso di Coverciano si colloca in un cammino di crescita personale che è iniziato a livello di allenatore patentato nel 2017 con il corso regionale fatto a Bologna. Visto che il corso di Coverciano è a numero chiuso per me già esserci arrivato è motivo di orgoglio, essere riuscito a completarlo è un obiettivo che mi ero dato e sono riuscito a raggiungere”.

Come esce dopo due settimane presso il Centro Tecnico Federale?

“Da Coverciano esco migliorato, quella che ho fatto è sicuramente un’esperienza che mi ha fatto crescere, dal punto di vista tecnico e umano. Durante le due settimane di corso abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con allenatori di primissimo livello. I tanti momenti di condivisione e potersi confrontare con ragazzi che arrivano da tutta Italia, con estrazioni sociali e background sportivi diversi, sono davvero i punti di forza di questo corso”. 

Quella che ha per il futsal è una grande passione. Ai giovani che si avvicinano a questo sport e che hanno intenzione di allenare quale consiglio si sente di dare?

“È vero per me il calcio a 5 è una grande passione che nasce nel 2000 e comincia dagli amatori, una squadra di amici nata per voler emulare le gesta dell’allora Giemme calcio a 5 del Presidente Gigi Manfredini. Da giocatore ho giocato a livello amatoriale, poi ho vinto un campionato di serie D e sei anni fa mi è stata data la possibilità di entrare nel settore giovanile del Bagnolo calcio a 5 come allenatore. Ho imparato che la passione non è sufficiente per renderti migliore, la passione è sicuramente importante ed è la molla che ti porta ad impegnarti, soprattutto per i tanti sacrifici da fare, poi servono le competenze e quelle si acquisiscono solo studiando, leggendo e facendo corsi. Io ho avuto la fortuna di frequentarne molti: a Sportilia, a Padova. Poi lo scorso anno ho avuto l’opportunità di lavorare con Juanlu Alonso ed ho visto che anche un maestro di questo sport come lui non smette mai di aggiornarsi”.

Quest’ anno ha scelto di sposare il progetto del Reggio Emilia calcio a 5. Guiderà l’under 19 e sarà il secondo di Margini in prima squadra. Per il futuro quali obiettivi ha?

“Ho scelto di sposare il progetto Reggio Emilia calcio a 5 perché conoscevo già alcuni dei dirigenti. Sagaria, Gigi Manfredini, Andrea Panciroli e sapevo di trovare un gruppo di ragazzi molti dei quali ho già avuto modo di allenare a livello di settore giovanile. Conosco le ambizioni del Presidente (Sagaria ndr) e so che ci metterà a disposizione tutto quello che serve per fare bene. Io sono molto ambizioso, ogni allenatore deve esserlo, ma vivo questo lavoro come un cammino e quando si cammina è corretto fare un passo dopo l’altro”.

Quindi nessun obiettivo da dichiarare?

“No, non ho particolari obiettivi se non quello di continuare a crescere e trasmettere alla squadra le mie conoscenze. Se ripenso a sei anni qua, quando ho cominciato, mai avrei pensato di ritrovarmi nel 2018 con in tasca il titolo di allenatore di primo livello”.

CONDIVIDI o STAMPA